Normativa monouso: addio plastica entro il 2021

La nuova normativa europea sul monouso è una goccia nell’oceano, lo sappiamo bene. Ma, fuor di metafora, è il primo passo per uscire dal mare di plastica che – letteralmente – ci sta circondando. I dati sono impressionanti: nella sola UE, tra l’80% e l’85% dei rifiuti marini ritrovati sulle spiagge sono costituiti da plastica, che fa da trappola per pesci, tartarughe, foche, e che può anche essere ingerita da molluschi e crostacei. In altre parole, è diventata parte a tutti gli effetti della catena alimentare umana. La questione è puramente tecnica: si tratta di un polimero che si decompone in centinaia di anni e la sovraproduzione di oggetti in plastica (primi fra tutti le bottiglie) ha fatto sì che negli ultimi decenni se ne siano accumulati milioni di tonnellate nell’ambiente.

Normativa monouso, a cosa dovremo rinunciare

Ridurre i rifiuti marini come laplastica fa parte del più ampio programma di sviluppo sostenibile promosso dall’ONU. In particolare consegue il punto 14: conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile. Per arrivare a questo obiettivo, il Parlamento Europeo ha messo al bando i seguenti prodotti in plastica: posate e piatti di plastica, cotton fioc, cannucce, bastoncini per bevande e palloncini, plastiche oxo-degradabili (tipo di plastica che non si biodegrada correttamente e contribuisce dunque all’inquinamento ambientale da microplastica, non è compostabile e incide negativamente sul riciclaggio della plastica convenzionale), contenitori per cibo e i prodotti in polistirene espanso.

C’è tempo di adeguarsi, ma non troppo: per i prodotti sopra citati la scadenza è il 2021 (a patto che esistano materiali alternativi alla plastica per produrli); per le bottiglie di plastica, il rifiuto marino più presente sulle spiagge europee, entro il 2025 la percentuale di plastica riciclata deve essere almeno del 25% e del 30% entro il 2030.

Packaging monouso eco, l’alternativa necessaria

Bando al monouso di plastica, dunque. Noi di Cartaria Italiana ci crediamo da sempre, alla rivoluzione del packaging green. E ora che anche la normativa europea si è adeguata, siamo ben felici di proporre nuove soluzioni e aggiungere nuovi prodotti al nostro catalogo. Puoi scegliere tra posate di legno, hamburger box in bagassa, ciotole in bioplastica, runner e tovaglioli in cellulosa, coppette in PLA, cannucce in carta. Il tutto nel pieno rispetto dell’ambiente e della nuova normativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *