Perché è importante fare scelte di business sostenibili

05/05/2022 0 Di Cartaria Italiana
Perché è importante fare scelte di business sostenibili

Oggi il concetto di sostenibilità è sempre più al centro dell’attenzione da parte di imprese e aziende. L’idea di sostenibilità si traduce non soltanto come un impegno a ridurre il nostro impatto sulla Terra, ma anche come un impegno per il benessere economico e sociale delle persone.

In questo contesto si inserisce il concetto di economia circolare, che con il tempo sta andando sempre di più a sostituirsi al modello economico lineare. L’economia circolare rappresenta una vera e propria priorità, soprattutto alla luce degli ultimi dati dell’Unione europea, secondo cui ogni anno si producono più di 2,5 miliardi di tonnellate di rifiuti.

Ecco perché oggi è di primaria importanza fare scelte di business sostenibili.

Fare scelte di business sostenibili: ecco come

Le aziende, al fine di condurre il proprio business in modo sostenibile, devono trovare soluzioni innovative che consentono di comprendere e dare risposta alla complessità del contesto nei quali operano. Inoltre, devono essere in grado di tessere una relazione costante e strutturata con i propri stakeholder.

Soltanto in questo modo un’azienda potrà muoversi lungo una linea che unisce sviluppo sociale, crescita economica e salvaguardia del patrimonio naturale. Per questo motivo molte aziende sono diventate pioniere della cosiddetta economia circolare: con questo termine si indica un modello di produzione e consumo che implica riparazione, riutilizzo, prestito, condivisione, riciclo e ricondizionamento dei prodotti e dei materiali esistenti il più a lungo possibile.

Così facendo si estende il ciclo di vita dei prodotti, contribuendo alla riduzione dei rifiuti al minimo. Una volta che il prodotto ha esaurito la sua funzione, i materiali di cui è composto sono di fatto reintrodotti – dove possibile – all’interno del ciclo economico. In questo modo si possono riutilizzare continuamente nel ciclo produttivo, generando ulteriore valore.

Ecosostenibilità: l’impegno di Cartaria Italia

Da 50 anni Cartaria Italiana è parte attiva nel rispetto e nella tutela dell’ambiente. Per ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente, tutti i nostri prodotti sono:

Compostabili secondo i criteri della normativa europea EN13432

Un prodotto è compostabile se dopo l’utilizzo può essere degradato in condizioni specifiche – di solito in uno stabilimento industriale a temperature e umidità controllate – in un prodotto chiamato compost. Un prodotto compostabile è anche biodegradabile, ma non è detto il contrario.

Un prodotto è biodegradabile quando si decompone in un arco di tempo breve rispetto al tempo umano per operazione di batteri, luce o umidità, senza alcun effetto nocivo per l’ambiente.

Riciclati o riciclabili

Un rifiuto è riciclabile quando può essere reintrodotto in un ciclo produttivo in sostituzione di parto o di tutta la materia prima nuova. Il riciclo è alla base dell’economia circolare e grazie ad esso si può ridurre al minimo la produzione dei rifiuti, recuperando i prodotti che altrimenti sarebbero destinati ai rifiuti.

Certificati FSC, quindi provenienti da foreste gestite in maniera responsabile

Un prodotto certificato FSC garantisce che le foreste da cui deriva la materia prima sono state utilizzate in modo responsabile in termini di rinnovamento delle risorse, la conservazione della biodiversità, la tutela dei diritti delle popolazioni autoctone.

Cartaria Italiana e Università di Milano: la nostra partnership per un food packaging ecosostenibile

Il concetto di sostenibilità del packaging è uno dei valori cardini su cui Cartaria Italiana punta per poter offrire al mercato prodotti per il food delivery di alta qualità. Per l’azienda guidare i clienti nella scelta consapevole del packaging si traduce nel rispetto nei confronti del nostro Pianeta. Ecco perché Cartaria Italiana ha deciso di stringere una partnership con il Dipartimento di Scienze degli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente dell’Università degli Studi di Milano, che ogni giorno studia e analizza i materiali con cui vengono realizzati i packaging alimentari: in questo modo è possibile fare informazione consapevole e attirare l’attenzione sulla ricerca e lo sviluppo di nuove soluzioni sempre più ecosostenibili.

Proprio in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, il Professor Stefano Farris, docente di food packaging nell’Università degli Studi di Milano, ha raccontato la sostenibilità in tutte le sue sfumature. Come ha spiegato il Professor

Stefano Farris, è importante tenere presente che quando si parla di materiali ecosostenibili bisogna considerare non solo il fine vita del prodotto, ma anche la composizione materica dello stesso e quanto è l’impatto logistico – ovvero il trasporto – per poter creare quel determinato materiale, che si traduce in emissioni di CO2 nell’ambiente.

Cartaria sostiene l’ecosostenibilità oggi per un futuro migliore domani.